BELLO!

una creazione di circo contemporaneo
luglio - settembre 2022

Un giudizio di gusto, di tecnica o una trasgressione?

Bello! è l’idea di una performance di circo contemporaneo in cui si indagano esperienze
collettive e singolari di stupore smisurato, a partire dal concetto di bellezza, o anzi, dall’inafferrabilità del concetto di bello. Una libertà presuntuosa di giocare con idee contemporanee di piacere e apprezzamento, senza cercarne a tutti i costi l’utilità.
Questo lavoro nasce dalla necessità di praticare la ricerca di ciò che ci muove e ci commuove, ciò che vive dentro di noi e ci spinge avanti.

Image
Image
Image
Image
Image

Bello! è uno spettacolo di circo contemporaneo che sarà accompagnato da un documentario.

Ideato da Francesco Sgrò riunisce sul palco sette artisti (tre sono già stati scelti, gli altri tre sono stati scelti durante un laboratorio a febbraio 2021) e fuori scena un team composto da un coreografo, un drammaturgo, un regista e diversi ricercatori. Come spettacolo teatrale, sarà preceduto da una ricerca su ciò che le persone riitengono essere "bello nel circo". Il tema universale della bellezza è ovviamente molto caro agli italiani, che sono noti per essere dei feroci inventori e anche delle probabili vittime. Tuttavia, fin dall'inizio, Bello! è destinato ad essere europeo.

BELLOBUONOBIANCO//BRUTTOCATTIVONERO

Con Bello voglio creare le condizioni per un confronto tra lo spettatore e il suo voyeurismo. Naturalmente, il tendone è generalmente percepito come un luogo di onestà, perché la vicinanza tra gli attori e il pubblico esalta la realtà. Ma mi chiedo: la distanza che offre il teatro non facilita il distacco dalla finzione? E accettarlo senza vergogna, senza capire le conseguenze derivanti dalla curiosità che suscita? Infatti, solo il teatro può fornirmi le condizioni spaziali e strutturali per manipolare ciò che si vede e ciò che non si vede.
In sostanza, non ho voglia di essere onesto con il pubblico! Piuttosto, voglio nascondere le cose, giocare maliziosamente con le aspettative del pubblico. Il mozzafiato e il sublime, quindi è con quello che la scatola nera permette che intendo ricrearli.
Francesco Sgrò

Regia Francesco Sgrò
Artisti in scena Britt Timmermans, Mario Kunzi e Tijs Bastiaens, altri 3 interpreti verranno scelti
Dramaturg Jean-Michel Guy
Coreografia Teresa Noronha Feio
Musiche Pino Basile
Occhio esterno e collaborazione ai testi Fabio Pisano
Collaborazione alla drammaturgia Sarah Simili
Disegno Luci Edwin Van Steenbergen

Produzione Fabbrica C - Cordata F.O.R.
Coproduzione Teatro Instabile Di Aosta, Festival Mirabilia, Festival Dinamico, Cie Courant d'Cirque
Con il supporto di A Radar Styled Novel / Saloranta & de Vylder - The Sphere - Creative Europe,
Teatro Asioli, Festival MonCirco, Association Encirquez-nous!