Colture

Sono diversi i progetti e gli artisti in cui crediamo e che vogliamo accompagnare nelle varie fasi che intercorrono tra una semplice idea e il debutto di uno spettacolo. In questa sezione, che abbiamo voluto chiamare Colture, sono presenti le diverse azioni che abbiamo intrapreso o che abbiamo intenzione di seguire.

I

I Minuetti è uno spettacolo circense in creazione.
Lo svolgimento di quest’atto scenico parte da una domanda di ricerca molto precisa:
Può la mancanza di una drammaturgia esplicita portare il pubblico alla ricerca di una drammaturgia più profonda e meno formale?
In altre parole, può una serie di frammenti nel suo complesso donare la chiarezza dell’intero?

Nel tentativo di rispondere a questa domanda gli elementi del collettivo hanno lavorato sull’elaborazione di venti pièce della durata di 1 minuto ognuno, da cui è nata la forma breve: Venti Minuetti.
Il macro obbiettivo del progetto è la creazione di una forma lunga di 60-70 minuti per la sala e lo chapiteau, ma che possa essere riadattabile in situazioni e contesti differenti.
L’intento del collettivo è evocare una drammaturgia emotiva che lasci il pubblico libero di intendere l’atto scenico secondo la propria esperienza personale.

Lionel

Progetto di collaborazione tra Teresa Noronha Feio e Francesco Sgrò

Questa ricerca nasce del desiderio di due artisti, una danzatrice ed un circense, di trovare un linguaggio proprio ed un’estetica comune.
La traiettoria del progetto à già una piccola storia. Negli ultimi anni, sono state diverse le situazioni di incontro tre Teresa e Francesco. Lungo ai loro percorsi singoli si è creato un legame, una partnership e una grande fiducia. Hanno insegnato insieme, ballato insieme per il collettivo 320 Chili, organizzato eventi, fatto sguardo esterno per il lavoro di ognuno, etc. Da questa complicità è nato il desiderio di creare un progetto artistico insieme. Il desiderio era di trovare un’estetica e un linguaggio che raccogliesse sia il pensiero concettuale proveniente del background di Teresa e la capacita di comunicare ad un pubblico attuale frutto delle esperienze come registra di circo contemporaneo di Francesco.

Nata da un incontro di anime, la compagnia nasce a Ocata, Barcellona, durante un viaggio verso uno stage di Peter Jasko. Un cerchio aereo strutturalmente delocalizzato, si scontra a terra con un hula hoop, e questa unione di forme geometriche da vita ad un progetto di circo: Fattore OO.